CAMPING LES MIMOSAS

Oppidum d'Ensérune

Villaggio dei Galli nel Mediterraneo

Il sito archeologico di Ensérune, nascosto sui pendii di una collina scoscesa a 10 chilometri da Béziers, ci racconta la storia della Gallia mediterranea. Oltre a una magnifica vista panoramica sui vigneti circostanti e sullo stagno essiccato di Montady, un museo espone le ricerche degli scavi realizzati in questo villaggio abitato fino all’invasione romana.

Se desiderate scoprire l’Oppidum d'Ensérune durante le vostre vacanze in Linguadoca, sappiate che si trova a circa 3 ore di strada a sud ovest dal camping Les Mimosas, sulla collina di Nissan-lez-Ensérune. La distanza da percorrere se passate per l’A52 e l’autostrada A53 è di circa 304 Km. La cosa migliore è dedicare una giornata intera per non perdersi nulla di questo sito affascinante impregnato di storia e di mistero.

Classificato come Monumento nazionale e onorato del titolo di “monumento storico” dal marzo del 1935, questo sito fu occupato dall’età del bronzo (verso il V secolo a.C.) fino alla conquista romana (I secolo d.C.). Situato sulla cima della collina, su un promontorio roccioso che offre uno straordinario panorama sulle piane di Beziers e di Narbonne, questo Oppidum svela i resti di un villaggio protostorico. Si tratta di un villaggio gallico fra i più importanti del Mezzogiorno mediterraneo. I ritrovamenti archeologici hanno permesso di stabilire che quest’oppidum è stato abitato da una popolazione elisica, una civiltà ritenuta prospera ed evoluta per l’epoca.

FOTO: JOCHEN JAHNKE